Descrizione

Il pistone accumulatore idropneumatico è un dispositivo utilizzato per scambiare energia utilizzando il sistema idraulico a cui è collegato.
In certi periodi, si lascia sfuggire l’energia, il che si accumula come la pressione gas energia e, infine, prontamente e integralmente riempie il sistema on demand, tornando alle condizioni di ricezione di nuovo. L’accumulatore pistone consiste particolarmente di due camere, una di che viene riempita con gas in pressione opportuna e la seconda collegato al circuito idraulico.

La pressione del gas deve essere scelto in relazione alle condizioni dell’accumulatore lavoro e rappresenta la pressione di precarica.

 

Caratteristiche costruttive
Il pistone accumulatore è costituito da un cilindro di acciaio, chiuso alle due estremità, in cui scorre un pistone a tenuta di alluminio.
Questo divide l’interno del cilindro in due camere, uno pieno pre-carica di gas e l’altra con olio o, in generale, con il fluido dal sistema (Fig. 1).

• Il pistone è in alluminio per avere tempi di risposta rapidi e non gene- rare picchi di pressione durante i cicli rapidi. Per l’illuminazione, è inoltre provvisto di cavità, visibile in figura 1. rivolta verso la camera a gas al fine di aumentare il volume di accumulo. Anche la superficie in contatto con l’olio ha una cavità concava. Lo scopo di questa cavità è così che la pressione dell’olio agisce su quasi tutta la superficie del pistone e non solo su un punto, quando il pistone si trova contro il coperchio di estre- mità inferiore in camera olio.

• Guarnizione tra pistone e cilindro è garantita da uno speciale MUL-TIRING guarnizioni, che costituiscono gli elementi caratteristici fonda- mentali per l’efficienza dell’accumulatore. Questo tipo di sigillo ha consentito il pistone accumulatore di avere caratteristiche essenziali per quanto riguarda la leggerezza dell’aria, componente di longevità e ca- rezze. Infatti, la pressione differenziale necessaria per spostare il pistone, che si riferisce direttamente sulla velocità di risposta dell’accumulatore, è contenuta in valori moderati, come avviene invece nella maggior parte delle guarnizioni per pistoni standard.La temperatura massima di esercizio con guarnizioni in poliuretano è di 80oC. È possibile operare a temperature fino a 150°C, utilizzando tenute in Viton ® e ridotto pistone, come i fattori di espansione di alluminio e
acciaio sono diverso, è pertanto necessario compensare l’effetto termico.
È anche possibile utilizzare guarnizioni in Teflon ® per temperature basse (inferiori a -60°C) o per applicazioni a basso attrito.
In accumulatori a pistone, la durata e il numero di operazioni effettuate senza evidenza di variazioni di pressione superiore al 5% della precarica valore di superare, senza penetrazione, determinate quantità di olio in la camera a gas.
È generalmente preferibile assumere il cambiamento di pre-carica come parametro per valutare la longevità dell’accumulatore purché tale controllo viene effettuato rapidamente e semplicemente.
Attraverso risultati pratici, ottenuta dall’esperienza applicazione, nonché prove di laboratorio, è stato dimostrato che 1.000.000 operazioni possono essere realizzati senza manutenzione o intervento di ricarica.
• Il corpo del cilindro dell’accumulatore è in acciaio al carbonio basso, secondo le caratteristiche meccaniche di 97/23/CE.
La superficie interna del cilindro viene affinato a 0,2 micron di rugosità.
Per motivi particolari, le coperture dei cilindri e alla fine può essere superficialmente trattati o acciaio inossidabile.
• Il lato coperchio gas estremità è avvitato al corpo del cilindro, il sigillo è garantita da una guarnizione toroidale, completo di anello antiestrusione.
Nella versione standard, il tappo ha una sede filettata in cui il precaricata valvola è posizionata.
• Il fondello lato olio è avvitato nel corpo dell’accumulatore ed è completo della relativa guarnizione.
Questo coperchio di estremità ha una connessione per il collegamento al sistema, che può essere filettata o flangiata, in conformità alle esigenze del cliente. Fig. 1
• Tutti gli accumulatori fabbricati da EPE sono testati secondo gli standard europei.
Gli accumulatori vengono provati alla pressione di prova PT che è uguale alla pressione massima PS, moltiplicata per 1,43, che consente di verificare l’assenza di difetti; difetti che potrebbero causare deformazioni nel mantello e/o nel pistone e/o perdita di olio o di gas dalle guarnizioni.
La pressione di scoppio supera i 1.150 bar per gli accumulatori progettati per funzionare ad una pressione massima di 375 bar.

Dati tecnici

PRESSIONE MASSIMA DI ESERCIZIO (PS):

– (acciaio al carbonio) 220-250-350-375 360 bar

– su richiesta pressioni fino a 2000 bar

– acciaio inox a richiesta

PRESSIONE DI COLLAUDO (PT): 1.43 x PS

VOLUME NOMINALE: 0.1 ÷ 1000 litres

TEMPERATURA DI ESERCIZIO: – 60 ÷ +150 °C

RAPPORTO DI COMPRESSIONE (Po : P2 ): max (V0-V). P2 /V0. P0

VISCOSITÀ FLUIDO: 10 ÷ 400 cSt

VISCOSITÀ FLUIDO RACCOMANDATA: 36 cSt

LIVELLO DI CONTAMINAZIONE DEL FLUIDO: Classe 20/18/15 in accordo con ISO 4406/99

MATERIALE DEL CORPO:

– tubo in acciaio al carbonio con vernice antiruggine

(70μ) RAL8012

– nichelatura 25-40 μ

– acciaio inox AISI 316L

MATERIALE VALVOLE:

– acciaio al carbonio zincato in accordo con

la normativa 2002/95/EC (RoHS) per la resistenza alla corrosione

– acciaio inx AISI 316L

MATERIALE TENUTE:

  P = Gomma nitrilica (NBR)

U = Poliuretano (HPU)

K = Nitrile idrogenato (HNBR)

V = Fluorocaruri (FPM)

T = Teflon (PTFE)

S = Fluoro-silicone (MFQ)

Vedi tabella 4.1c e/o cap. 1.5

ATTACCO VALVOVA DI PRECARICA: – 5/8” UNF – M28x1.5

ATTACCO LATO FLUIDO: vedi tab. 4.1e

PORTATA: vedi tab. 4.1e

PESO: vedi tab. 4.1e

No realated products found